Cos'è il Comitato alta Tensione ?  

 

  

Nel 2009, il piano di sviluppo energetico  TERNA ( Ente nazionale gestore del trasporto di energia elettrica ) prevedeva , per la sezione 1 – Emilia Romagna e Toscana-  la Razionalizzazione della RTN in provincia di Arezzo, con la demolizione delle linee esistenti per sostituirle, nella stessa direttrice, portando la tensione  da 220 a 380 kV.

 

Nel 2010 TERNA  presenta alla Regione toscana, alle province di Arezzo e Siena ed ai comuni di Bucine,Cavriglia,Castelnuovo Berardenga, Civitella in Val di Chiana, Monte San Savino e Montevarchi un progetto con  la stessa razionalizzazione, ma con un tracciato completamente diverso che prevede,al posto di una direttrice lineare, una curvilinea, inserita fra Monte San Savino e Cavriglia – S. Barbara con una nuova stazione di smistamento di quattro linee nella piana di Monte San Savino.

 

Il tracciato investe, per la maggior parte, zone collinari, boscate ,di alta valenza paesaggistica e non dotate di viabilità.

 

L’informazione su questa grande opera è la minima prevista dalle norme e gli Enti locali esprimono i loro pareri senza consultare i cittadini.

 

Alcune persone e l’Associazione per la Valdambra si informano

 

L’Associazione per la Valdambra presenta una osservazione al Ministero competente e ai varii Enti nella quale si chiede l’apertura di una inchiesta pubblica per la consultazione del progetto, nell’ambito del procedimento di Valutazione di Impatto ambientale in corso.

 

I cittadini informati, dopo aver verificato i varii pareri degli Enti locali e, considerando che il procedimento per l’espressione del parere Regionale nell’ambito della VIA richiede alla TERNA non poche integrazioni e precisazioni, sollevando anche talune ipotesi di modifiche al progetto, hanno deciso di riunirsi in un Comitato. 

 

DIVENTARE SOCIO!


Ti invitiamo a sostenere il comitato diventando socio e pagando una quota di €20 – per pagare clicca sul “paga adesso” - Si può quindi scegliere tra il pagamento con carta di credito o PayPal Grazie

 

 

 

BECOME A MEMBER!

 

Please support the committee by becoming a member and paying an annual subscription of € 20 – to pay click on ‘ paga adesso’ – You can then choose between paying with a credit card or PayPal - Thank you

 

 

L’ambiente, con tutte le sue peculiarità naturali ed umane non può sopportare di essere sempre sacrificato in nome di un rinnovo tecnologico che non si dimostri indispensabile e che risulti inutilmente dispendioso. “ 

 

The environment, with all it’s natural and man made features, cannot withstand the increasing threat from technological advances that do not prove to be indispensible and are unnecessarily costly..