S T A T U T O

 

 

1.     COSTITUZIONE E SEDE

Su iniziativa dei singoli cittadini sottoscrittori del presente atto è costituito un comitato denominato “Comitato Alta Tensione

La sede del Comitato è Loc. Le Caselle n.20 San Leolino Bucine Ar 52021

Il Comitato è regolato dal presente Statuto e per quanto ivi non previsto dal vigente Codice Civile.

 

2.     FINALITA’ E SCOPI DEL COMITATO

Il Comitato non ha scopo di lucro e tutte le cariche e mansioni vengono svolte gratuitamente.

Anche i soci possono collaborare all’attività del Comitato con spirito di liberalità e a titolo gratuito.

Le finalità del Comitato sono quelle di verificare il progetto presentato da Terna per la razionalizzazione dell’elettrodotto Monte S. Savino – Cavriglia e seguire e monitorare lo sviluppo del relativo procedimento con gli specifici obiettivi di:

a) sollecitarne la pubblicizzazione e divulgazione, richiedendo all’uopo che le istituzioni preposte adottino strumenti idonei a garantire la conoscenza del procedimento;

b) richiedere e perseguire in ogni momento agli Enti Pubblici che devono esprimere pareri e a Terna stessa, quelle modifiche che il Comitato riterrà necessarie a garantire il minimo impatto paesistico ed ecosistemico sul territorio.

c) creare strumenti di conoscenza delle varie fasi del procedimento da estendere al maggior numero di cittadini possibile, quali manifestazioni, assemblee, uso delle forme digitali, forum e tavole rotonde, divulgazione a mezzo stampa.

Sollecitare l’adesione di cittadini ed Enti interessati, così da garantire la massima partecipazione e divulgazione dell’attività del Comitato e delle sue finalità a partire dalla richiesta “ dell’opzione zero” ;

d) assumere tutte le iniziative ritenute opportune per ridurre al massimo l’impatto ambientale derivante dalla realizzazione del nuovo elettrodotto.

 

 

 

 

 

3. SOCI

Possono aderire al Comitato tutti coloro che condividono le finalità indicate all’art. 2 ed intendono collaborare, volontariamente ed in modo gratuito, alle sue attività. essendo in ogni modo escluso ogni vincolo di subordinazione e remunerazione.

Possono aderire al Comitato anche gli Enti pubblici, le Associazioni e qualunque altro soggetto che sia presente sul territorio interessato dal passaggio delle linee elettriche presenti e previste nel progetto presentato da Terna, intendendosi per tali anche quelle zone che sono pregiudicate dall’impatto visivo derivante dalla realizzazione dei manufatti.

Ogni socio è tenuto al pagamento annuale di una quota che verrà definita di anno in anno dal Consiglio Direttivo in base al preventivo delle attività.

 

 

4.     ORGANI DEL COMITATO

Gli organi del Comitato sono:

-          l’assemblea generale;

-          il consiglio direttivo;

 

5.     ASSEMBLEA GENERALE

L’assemblea generale è composta da tutti i soci aderenti al comitato che dovranno risultare dal libro soci tenuto presso la sede del comitato.

 

6. COMPITI DELL’ASSEMBLEA GENERALE

L’assemblea generale:

a)     valuta e approva il programma delle iniziative proposte dal Consiglio Direttivo, sia su base annuale, sia ogni qualvolta il Consiglio Direttivo ne ravvisi l’opportunità.

b)     delibera su qualunque argomento le sia sottoposto dal Consiglio Direttivo.

c)      delibera sulle modifiche statutarie.

d)     procede alla elezione dei membri del Consiglio Direttivo;

 

7.     FUNZIONAMENTO DELL’ASSEMBLEA

L’assemblea è convocata dal presidente del Consiglio Direttivo mediante convocazione da inviare a tutti i soci del Comitato, anche per via informatica.

L’avviso di convocazione dovrà contenere gli argomenti all’ordine del giorno, il luogo, il giorno, e l’ora della convocazione.

Le Assemblee sono validamente costituite con la presenza della metà più uno dei soci in prima convocazione e con la presenza di qualsiasi numero di soci in seconda convocazione.

L’Assemblea delibera con il voto favorevole della maggioranza dei presenti.

In caso di parità di voti è determinante il voto del presidente del Consiglio Direttivo.

Ogni socio può conferire ad altro socio delega per intervenire in Assemblea, nessun socio può essere portatore di più di una delega.

 

8.     CONSIGLIO DIRETTIVO

IL Consiglio Direttivo è composto da un numero di consiglieri variabile da un minimo di cinque ad un massimo di nove.

Essi durano in carica per un biennio e sono rieleggibili.

I Consiglieri nominano tra loro il Presidente ed il Vice Presidente , un segretario e un tesoriere.

Spetta al Consiglio Direttivo:

a)     elaborare e proporre all’approvazione dell’Assemblea il programma delle iniziative del Comitato;

b)      assumere le più opportune iniziative per il perseguimento dello scopo del Comitato;

c)     dare esecuzione ai deliberati dell’Assemblea.

Il Consigliere od i Consiglieri eventualmente a ciò delegati rispondono del proprio operato al Consiglio Direttivo che resta comunque l’unico responsabile nei confronti dell’Assemblea e dei terzi.

 

9.     FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo si riunisce su convocazione del Presidente, o su richiesta di almeno due quinti dei suoi membri, a mezzo di comunicazione scritta o tramite posta elettronica, contenente l’elenco degli argomenti da trattare. Le riunioni del Consiglio Direttivo sono valide se sono presenti almeno la metà più uno dei Consiglieri.

Le decisioni sono prese a maggioranza semplice ed in caso di parità prevale il voto del Presidente.

 

10.  IL PRESIDENTE

Il Presidente del Consiglio Direttivo è il Presidente del Comitato.

A lui o, in caso di sua assenza o impedimento al Vice Presidente, spettano:

a)       la legale rappresentanza del Comitato davanti ai terzi ed in giudizio;

b)       il compito di convocare e presiedere le riunioni del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea;

c)        di promuovere ogni attività volta alla realizzazione pratica dei deliberati dell’Assemblea e del Consiglio direttivo stesso.

 

11. IL PATRIMONIO

Il patrimonio sociale del Comitato è indivisibile ed è costituito:

 

a) dalle quote versate al momento dell’atto fondativo dai soci fondatori;

b) alle quote annuali dei soci;

c) da contributi specifici per ogni attività deliberata dall’Assemblea.

 

Alla prima Assemblea utile il Presidente renderà conto delle cifre incassate e di quelle spese.

 

12.      MODIFICA DELLO STATUTO E SCIOGLIMENTO

Ogni modifica del presente statuto o lo scioglimento del Comitato dovrà essere deliberata con il voto favorevole di almeno i due terzi dei soci effettivi presenti in Assemblea.

 

 

 

DIVENTARE SOCIO!


Ti invitiamo a sostenere il comitato diventando socio e pagando una quota di €20 – per pagare clicca sul “paga adesso” - Si può quindi scegliere tra il pagamento con carta di credito o PayPal Grazie

 

 

 

BECOME A MEMBER!

 

Please support the committee by becoming a member and paying an annual subscription of € 20 – to pay click on ‘ paga adesso’ – You can then choose between paying with a credit card or PayPal - Thank you

 

 

L’ambiente, con tutte le sue peculiarità naturali ed umane non può sopportare di essere sempre sacrificato in nome di un rinnovo tecnologico che non si dimostri indispensabile e che risulti inutilmente dispendioso. “ 

 

The environment, with all it’s natural and man made features, cannot withstand the increasing threat from technological advances that do not prove to be indispensible and are unnecessarily costly..